Enter your keyword

Bonus 110: Sbloccata la cessione dei crediti.

Bonus 110: Sbloccata la cessione dei crediti.

Bonus 110: Sbloccata la cessione dei crediti.

È stata finalmente sbloccata la possibilità per molte imprese del settore di cedere i crediti bonus 110, detto anche Superbonus.

Vediamo di cosa si tratta esattamente;

Airdomus.com è una piattaforma digitale per comprare e vendere casa tra privati, senza intermediazione. Utilizziamo la tecnologia per facilitare l’incontro tra acquirente e venditore , con risparmio di tempo e denaro. Iscriviti gratuitamente e senza vincoli, per vendere o cercare casa. Centinaia di utenti si sono già iscritti sulla nostra  piattaforma. Scopri di più

Per avere un quadro più chiaro della situazione, è necessario fare un passo indietro.

Che cos’è la cessione del credito del bonus 110?

Come molti sanno la cessione del credito è una modalità di pagamento di un intervento edilizio, prevista nella fruizione del bonus 110. Facciamo un esempio pratico;

Il Sig. Bianchi decide di eseguire lavori di efficientamento energetico del proprio immobile beneficiando dello sconto in fattura previsto dal superbonus. Si rivolge all’impresa del Sig. Rossi che esegue i lavori e che può recuperare lo sconto in fattura sotto forma di credito d’imposta.

L’impresa del Sig. Rossi può cedere il credito d’imposta a terzi, tra cui intermediari finanziari e banche e ricevere il pagamento dell’intervento eseguito.

Perché si è bloccata la cessione del credito del bonus 110?

Come abbiamo visto il meccanismo della cessione del credito è un’ottima soluzione per permettere, attraverso lo sconto in fattura, anche a chi non ha le risorse economiche o la capienza irpef, di migliorare l’efficienza energetica di casa, con un vantaggio economico e ambientale.

Ti starai chiedendo cosa ha bloccato il meccanismo della cessione del credito?

Il sistema della cessione del credito è stato, purtroppo, utilizzato in alcuni casi per commettere delle frodi a danno dello Stato, in pratica sono stati ceduti crediti per lavori mai eseguiti con importi gonfiati.

Il governo per arginare questo fenomeno ha messo dei paletti che hanno ridotto le possibilità di cessioni; Inoltre con il Decreto Antifrode del novembre 2021 il governo ha introdotto il visto di conformità e di asseverazione di congruità delle spese e la responsabilità solidale.

Le misure di contrasto alle frodi hanno generato da una parte difficoltà nella cessione, le banche non potendo collocare i crediti che avevano in portafoglio hanno dovuto bloccare l’acquisizione di nuovi crediti; Le imprese di conseguenza, a fronte di esborsi per interventi effettuati si sono trovate in difficoltà nel cedere i crediti e ricevere i pagamenti.

D’altro canto si è generata incertezza sulle prospettive del bonus 110 e con la responsabilità solidale il timore per le banche di acquisire crediti per operazioni fraudolente.

Le ultime novità sul bonus 110 e sui bonus edilizi

Bonus 110 approvazione
Approvazione bonus 110

Ieri 13 settembre è stato approvato in commissione al Senato un emendamento al Decreto Aiuti bis che limita la responsabilità solidale del cessionario al dolo o colpa grave. Questo provvedimento dovrebbe garantire chi acquista i crediti, sostanzialmente le banche.

In questo modo le imprese possono cedere i crediti che hanno nel cassetto fiscale e ricevere i pagamenti. Si tratta di un risultato importante, perché consente alle aziende di avere la liquidità per lavorare.

Il decreto come detto è stato approvato in commissione, ora deve ancora essere approvato in Senato e poi passare alla Camera dei Deputati per l’approvazione, salvo intoppi che al momento non s’intravedono, dovrebbe diventare Legge a breve.

La norma prevede inoltre che le imprese che hanno vecchi crediti, precedenti al Decreto Antifrode, novembre 2021, possono far asseverare questi crediti ex post e cederli con la limitazione di responsabilità.

Non è passata invece la proposta di prorogare al 31 dicembre 2022 il superbonus per le abitazioni unifamiliari, anche se non si riuscisse a completare il 30% dei lavori entro il 30 settembre, (vedi articolo).

Potrebbero interessarti:

Superbonus novità per ville e case unifamiliari.

Vendere casa da ristrutturare, consigli per realizzare il massimo

Atto notarile: cosa succede se salta il rogito?

Rent to Buy: come funziona l’affitto con riscatto?

Compromesso: cosa scrivere nel preliminare?

Eredità: come si dividono le quote di un immobile?

No Comments

Leave a Reply