Enter your keyword

Art. 1123: Come funziona la ripartizione delle spese condominiali?

Art. 1123: Come funziona la ripartizione delle spese condominiali?

Art. 1123: Come funziona la ripartizione delle spese condominiali?

Ripartizione delle spese condominiali, come funziona e chi decide?

L’amministratore ti ha inviato il prospetto, c’è qualcosa che non ti quadra. Vorresti capire come funziona la ripartizione delle spese condominiali, perché ad esempio il condomino che ha un appartamento uguale al tuo paga meno di te? Bene, in quest’articolo affrontiamo il tema della divisione delle spese condominiali, la normativa vigente, in che modo sono ripartite e chi decide?

Airdomus.com è una piattaforma digitale per comprare e vendere casa tra privati, senza intermediazione. Utilizziamo la tecnologia per facilitare l’incontro tra acquirente e venditore , con risparmio di tempo e denaro. Possiamo aiutarti a vendere o comprare casa velocemente e bene. L’iscrizione è gratuita e senza vincoli. Clicca su vendere o cercare casa. Centinaia di utenti si sono già iscritti sulla nostra  piattaforma. Scopri di più

Ripartizione delle spese condominiali, cosa prevede la legge?

L’art. 1123 del codice civile che sancisce la ripartizione delle spese condominiali in tre commi;

  1. Tutti i condomini devono partecipare alle spese condominiali, in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno. Salvo che non che ci siano convenzioni diverse.
  2. Il secondo comma prevede che se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell’uso che ciascuno può farne. È il caso ad esempio delle scale e dell’ascensore;
  3. Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell’intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità. ad esempio un edificio con due scale A e B e un solo ascensore nella scala A, le spese di gestione sono a carico dei soli condomini che ne beneficiano.

Come sono ripartite le spese condominiali?

Per la ripartizione delle spese condominiali sono utilizzate le tabelle millesimali che servono ad attribuire a ogni alloggio i millesimi di pertinenza sulla base della superficie dell’immobile e delle caratteristiche. Per determinare i millesimi, alla superficie, o meglio alla cubatura dell’alloggio, si applicano dei coefficienti correttivi, gli elementi presi in esame sono:

  • Destinazione d’uso;
  • Orientamento;
  • Prospetto;
  • Luminosità;
  • Piano;
  • Altezza interna dell’appartamento.

Ogni condominio può avere diverse tabelle millesimali, ad es. una generale, una per scale e ascensore, una per il riscaldamento ecc.

Come dividere le spese condominiali in assenza di tabelle millesimali?

Nei condomini più piccoli spesso non ci sono tabelle millesimali, come fare la ripartizione delle spese condominiali? In assenza di tabelle millesimali, la divisione delle spese deve ottemperare quanto previsto dal codice civile:

  • Tutti i condomini devono partecipare alle spese;
  • Nel caso di servizi o parti comuni destinati a servire in modo diverso i condomini, le spese devono essere ripartite in proporzione;
  • Se parti comuni o impianti sono destinati a una parte dei condomini, le spese sono ripartite tra i beneficiari.

In nessun caso, l’assenza di tabelle millesimali può giustificare il mancato pagamento delle spese condominiali.

immagine whatsapp 1

Vendi casa da privato, risparmiando migliaia di euro di commissioni.

Proponi adesso il tuo immobile con pochi click, senza vincoli

Chi decide la ripartizione delle spese condominiali?

L’organo competente ha decidere la ripartizione delle spese è l’assemblea condominiale. L’assemblea a maggioranza può approvare le tabelle millesimali e decidere il numero di rate annue. Se c’è l’unanimità l’assemblea può derogare alla diversa ripartizione in base all’uso, previsto dal comma 2 dell’ art 1123 cod. civ. In assenza dell’unanimità, l’assemblea non può decidere la ripartizione delle spese condominiali in contrasto con quanto previsto dalla norma.

È possibile che un condominio applichi una ripartizione delle spese diversa, da quanto previsto dall’art. 1123, quando ad es. vige un regolamento condominiale di tipo contrattuale, allegato dal costruttore all’atto di vendita.

Potrebbero interessarti:

No Comments

Leave a Reply