Enter your keyword

Conviene fare l’assicurazione sulla casa?

Conviene fare l’assicurazione sulla casa?

Conviene fare l’assicurazione sulla casa?

La casa per gli italiani è sicuramente in cima alle priorità ed è uno dei beni più preziosi, eppure pochi pensano di tutelarsi contro le calamità o eventi disastrosi. Un comportamento dettato da motivazioni economiche, ma non solo, cerchiamo di capire i motivi di questa “reticenza” e sopratutto, se conviene davvero fare l’assicurazione sulla casa,quali rischi copre e quanto costa.

Il territorio del nostro paese è soggetto a calamità naturali, alluvioni, frane, terremoti ecc., senza considerare gli eventi più circoscritti, ma non per questo meno drammatici, come incendi e scoppi. La cronaca ci segnala, con sempre maggiore frequenza, eventi naturali disastrosi e la situazione non sembra destinata a cambiare; di fronte a questo scenario sarebbe ovvio aspettarsi un atteggiamento di tutela per il bene primario, la realtà è molto diversa. In Italia L’assicurazione sulla casa non è obbligatoria, salvo che per l’acquisto non si debba accedere a un mutuo, in quel caso la banca pretende che l’immobile sia assicurato contro l’incendio e lo scoppio.

Condividi:

Quanti italiani hanno assicurato la casa contro le calamità?.

Secondo i dati disponibili, forniti da ANIA e Istat meno del 5% delle case in Italia sono assicurate contro le calamità naturali, terremoti, alluvioni, inondazioni, esondazioni e frane. Le regioni dove questa percentuale è minore, sono quelle a più elevato rischio sismico e idrogeologico. I motivi per cui gli italiani sono restii a stipulare un’assicurazione sulla casa, sono sostanzialmente tre:

  • La mancata percezione del rischio, mischiata a una buona dose di fatalismo;
  • Il costo delle polizze assicurative;
  • Una certa diffidenza verso le compagnie assicurative.

Dal 2016 a oggi la percentuale delle polizze contro le calamità è comunque cresciuta, di quasi due punti percentuali, segno che gli eventi catastrofici degli ultimi anni hanno contributo a far crescere la consapevolezza del rischio.

Quanto costa assicurare la casa?

Il costo di un’assicurazione sulla casa che comprende RC, incendio e scoppio, è mediamente di 200 euro annui, a questo importo bisogna aggiungere gli eventi naturali. Il costo della polizza per coprire il rischio di catastrofi naturali è molto variabile e dipende dal valore dell’immobile assicurato e dal rischio sismico e idrogeologico dell’area dove si trova la casa; in media in una zona a rischio sismico moderato un immobile di 100 mq. paga un premio di 250 – 300 euro l’anno.

Perché fare l’assicurazione sulla casa?

Fare un’assicurazione sulla casa significa proteggere un bene primario in caso di incendio, allagamento, calamità naturali quali terremoti, alluvioni, frane, inondazioni ecc. Il territorio italiano è fragile, il rischio è molto elevato, ritrovarsi senza alcuna tutela dopo un disastro è un dramma che può essere scongiurato. I finanziamenti pubblici sono sempre più limitati e molto diluiti nel tempo, con il rischio di ritrovarsi per anni o decenni in situazioni precarie.

Come scegliere l’assicurazione sulla casa?

La scelta della polizza non deve dipendere solo dalla convenienza del premio, gli elementi da valutare sono diversi e non sempre l’assicurazione più conveniente è quella giusta per la nostra situazione. Bisogna innanzitutto definire da quali rischi vogliamo tutelarci. Gli altri elementi da valutare sono:

  • I massimali, devono essere congrui al valore del bene assicurato;
  • L’entità delle franchigie;
  • La durata della polizza, in genere annuale con rinnovo tacito.

Quali rischi copre l’assicurazione sulla casa?

Le compagnie assicurative propongono prodotti diversificati, ma i principali rischi coperti dall’assicurazione casa, sono i seguenti:

  • Responsabilità civile, copre i danni a terzi causati dall’assicurato, dai familiari conviventi, dal fabbricato, es. caduta accidentale di materiale dal tetto o dalla facciata. È possibile estendere la copertura anche agli animali domestici presenti in casa;
  • Eventi atmosferici, copre i danni all’immobile,causati da pioggia, grandine e altri eventi atmosferici; in genere non è contemplato il contenuto quali mobili e oggetti d’arredo, per i quali bisogna fare un’estensione della copertura assicurativa;
  • Terremoto, assicura l’immobile contro le conseguenze degli eventi sismici è possibile ampliare la tutela alle persone;
  • Furto, in genere copre anche la rapina ed è possibile fare una specifica assicurazione per oggetti preziosi (gioielli) e di particolare valore;
  • Incendio e scoppio, copre i danni causati da fughe di gas o vapori che possono generare esplosioni con danni a muri e locali e incendi generati dal malfunzionamento dell’impianto elettrico o elettrodomestici.

È importante leggere con attenzione la polizza prima della sottoscrizione per capire quali sono i danni assicurati e quali no, in genere tutti quelli non espressamente citati sono esclusi.

immagine leonardo.ai

Potrebbero interessarti:

No Comments

Leave a Reply