Enter your keyword

Riduzione del pignoramento immobiliare: Come funziona?

Riduzione del pignoramento immobiliare: Come funziona?

Riduzione del pignoramento immobiliare: Come funziona?

Che cos’è la riduzione del pignoramento? Proviamo a pensare alle difficoltà che stanno vivendo in questi mesi, molte famiglie, assolutamente incolpevoli, che hanno contratto negli anni passati un mutuo a tasso variabile, che a causa della crescita dei tassi d’interesse, si trovano a pagare delle rate lievitate fino a 4.200 euro in più all’anno, come emerso dalla rilevazione dell’associazione consumatori Codacons. È chiaro che non tutti sono in grado di far fronte a questa spesa non prevista, con la conseguenza che, in ultima analisi, la banca potrebbe pignorare l’immobile e gli altri beni che sono stati ipotecati.

Ecco come funziona la riduzione del pignoramento;

Airdomus.com è una piattaforma digitale per comprare e vendere casa tra privati, senza intermediazione. Utilizziamo la tecnologia per facilitare l’incontro tra acquirente e venditore , con risparmio di tempo e denaro. Possiamo aiutarti a vendere o comprare casa velocemente e bene. L’iscrizione è gratuita e senza vincoli. Clicca su vendere o cercare casa. Centinaia di utenti si sono già iscritti sulla nostra  piattaforma. Scopri di più

Che cos’è la riduzione del pignoramento?

È la possibilità, prevista dall’art 496 del codice di procedura civile, di chiedere una riduzione dei beni pignorati, quando il loro valore è molto superiore rispetto al debito e alle spese accessorie. Si tratta di una norma importante a tutela del debitore, per evitare eccessi del creditore nell’uso della procedura di pignoramento, perché consente al debitore di sottrarre al pignoramento immobili il cui valore è eccessivo rispetto al debito.

Quando un pignoramento è eccessivo

Il pignoramento è eccessivo quando il valore dei beni pignorati è molto superiore all’entità del debito. Facciamo un esempio, Carlo aveva stipulato un mutuo di 200.000 euro, la banca aveva iscritto ipoteca, a garanzia del finanziamento, su due immobili; Carlo non è più riuscito a pagare le rate e ha un debito residuo di 40.000 euro, la banca ha pignorato i due immobili, uno del valore di 150.000 euro e l’altro di 300.000 euro. Poiché il valore di un immobile è sufficiente a risarcire il debito e le spese accessorie, il debitore può chiedere che uno dei due immobili sia liberato dal pignoramento.

La decisione è discrezionale ed è rimessa alla valutazione del Giudice.

Come funziona la riduzione del pignoramento?

Il debitore che ritiene sproporzionato il valore dei beni pignorati a fronte del debito contratto dovrà presentare istanza di riduzione del pignoramento al Giudice, ai sensi dell’articolo 496 c.p.c., fornendo la prova che il valore degli immobili pignorati è eccessivo rispetto al debito. Il Giudice fissa un’udienza e dopo aver sentito le parti in causa, debitore e creditore/i, decide se accettare la richiesta o rigettarla.

Nella valutazione della richiesta di riduzione del pignoramento il Giudice, oltre all’entità del debito, terrà conto di diversi elementi;

  • L’importo che si potrà realizzare con la vendita all’asta di un immobile;
  • Le spese della procedura che sono rilevanti;
  • La possibilità che altri creditori possono farsi avanti.

Nel caso la richiesta di riduzione venga accolta, il creditore potrà presentare opposizione.

immagine whatsapp 1

Vendi casa da privato, risparmiando migliaia di euro di commissioni.

Proponi adesso il tuo immobile con pochi click, senza vincoli.

Come chiedere la riduzione del pignoramento?

La richiesta di riduzione del pignoramento può essere presentata dal debitore o decisa d’ufficio direttamente dal Giudice, quando ravvisa una palese sproporzione tra il debito e il valore dei beni pignorati. Recita, infatti, l’articolo 496 c.p.c.:

Su istanza del debitore o anche d’ufficio, quando il valore dei beni pignorati e’ superiore all’importo delle spese e dei crediti di cui all’articolo precedente, il giudice, sentiti il creditore pignorante e i creditori intervenuti, può disporre la riduzione del pignoramento.

Quanto costa chiedere la riduzione del pignoramento?

La richiesta di riduzione del pignoramento non ha costi, può essere presentata in qualsiasi momento senza limiti temporali.

Potrebbero interessarti:

No Comments

Leave a Reply