Enter your keyword

Eredità: Come si dividono le quote di un immobile?

Eredità: Come si dividono le quote di un immobile?

Eredità: Come si dividono le quote di un immobile?

Oggi parliamo di eredità e di come sono ripartite le quote di un immobile in una successione legittima.

È doveroso innanzitutto fare una distinzione tra successione legittima e successione dei legittimari.

La normativa è molto articolata, cerchiamo di semplificare;

Successione legittima:

La successione legittima è quel tipo di successione che si apre in assenza di un testamento; o nel caso in cui il testamento disciplini solo una parte dell’eredità.

Sono eredi legittimi del de cuius:

  • Il Coniuge
  • I Figli
  • I Genitori
  • Fratelli e Sorelle (del defunto)
  • I parenti fino al sesto grado
  • Lo Stato
Successione dei legittimari

L’art. 536 e seguenti del codice civile, prevede particolari tutele a favore di alcuni familiari del defunto, detti legittimari, ai quali spettano delle quote dell’eredità, cosiddetta “quota di legittima” che, salvo situazioni particolari previsti dall’art. 463 del c.c. (cosiddetti casi di indegnità), non può essere intaccata, anche in presenza di un testamento.

Sono legittimari:

  • Il Coniuge
  • I Figli
  • I Genitori (del defunto)

Gli altri eredi legittimi possono essere esclusi dall’eredità.

Torniamo alla successione legittima e alla divisione delle quote di un immobile.

Facciamo degli esempi pratici, supponiamo di dover dividere una casa del valore di 100.000 euro.

Ripartizione delle quote;

Es. 1 Solo coniuge (senza figli, genitori o fratelli del defunto); Intera quota al coniuge.

ErediConiuge  SIFigli No Genitore No Fratelli NoParenti  fino al 6 grado
Quote  100.000                    0

Es. 2 Un coniuge e un figlio; 1/2 ciascuno;

ErediConiuge  SI1  Figlio1  Genitore2 FratelliParenti  fino al 6 grado
Quote  50.000  50.000       0     0       0

Es. 3 Un coniuge e due o più figli; 1/3 al coniuge e 2/3 ai figli da dividersi in parti uguali.

ErediConiuge  SI2  Figli1  Genitore2 FratelliParenti  fino al 6 grado
Quote  33.300  66.600       0     0       0

Es. 4 Solo uno o più figli (senza coniuge); intera proprietà al/ai figlio/i.

ErediConiuge  NO 2  Figli 1 Genitore 2 FratelliParenti  fino al 6 grado
Quote   100.000       0     0       0

Es. 5 Coniuge senza figli, con genitori (ascendenti); 2/3 al coniuge 1/3 agli ascendenti.

ErediConiuge   Si  Figli No  1 Genitore 2 FratelliParenti  fino al 6 grado
Quote  66.600          33.300     0       0

Es. 6 Coniuge senza figli, con genitori (ascendenti) e fratelli del defunto; 2/3 al coniuge, 1/4 ai genitori, il rimanente ai fratelli.

ErediConiuge   Si  Figli No 1 Genitore 2 FratelliParenti  fino al 6 grado
Quote  66.600      25.000     8.300       0

Es. 7 Solo genitori e fratelli del de cuius; 1/2 ai genitori e 1/2 ai fratelli.

ErediConiuge   NO  Figli No  1 Genitore 2 FratelliParenti  fino al 6 grado
Quote         50.000   50.000       0

Es. 8 In assenza di coniuge, figli, ascendenti, fratelli (e loro discendenti e ascendenti); L’eredità verrà divisa in parti uguali tra i parenti più prossimi di pari grado.

ErediConiuge   NO  Figli No  Genitore No Fratelli NoParenti  fino al 6 grado
Quote                     100.000
Ripartizione delle quote:

Al coniuge spetta sempre il diritto di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare.

Eredità allo Stato:

In assenza di eredi successibili, di un testamento o di rinuncia all’eredità, subentra lo Stato che acquisisce l’eredità cosiddetta “vacante” e gestisce i beni e gli eventuali debiti, limitatamente al valore dei beni acquisiti.

Potrebbero interessarti:

Deposito prezzo: come funziona e quali sono le tutele

Acconto o caparra: vediamo quali sono le differenze.

Come recuperare una copia dell’atto notarile

Cos’è la plusvalenza immobiliare?

Il contratto di mantenimento una valida alternativa alla donazione

No Comments

Leave a Reply