Enter your keyword

Spese condominiali: 3 Cose da sapere nelle compravendite.

Spese condominiali: 3 Cose da sapere nelle compravendite.

Spese condominiali: 3 Cose da sapere nelle compravendite.

Le spese condominiali hanno un’importanza rilevante nella decisione di acquistare un immobile in condominio.

Per evitare incomprensioni e arrivare al rogito senza problemi, è opportuno chiarire fin da subito la ripartizione delle spese condominiali.

Airdomus è la piattaforma per vendere e comprare casa tra privati, risparmiando migliaia di euro di provvigioni, scopri di più.

1. Spese condominiali, chi paga?

La Legge e più precisamente l’art. 63 per le disp. e l’attuazione del codice civile prevede quanto segue:

” Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidamente con questo al pagamento dei contributi relativi all’anno in corso e a quello precedente.

Chi cede diritti su unità immobiliari resta obbligato solidamente con l’avente causa per i contributi maturati fino al momento in cui è trasmessa all’amministratore copia autentica del titolo che detemina il trasferimento del diritto.”

È chiaro che dopo il rogito, per la Legge, acquirente e venditore sono chiamati in solido al pagamento delle spese condominiali arretrate; L’acquirente, in particolare, relativamente all’anno in corso e a quello precedente.

2. Come tutelarsi?

È opportuno che in fase di stipula, del preliminare di compravendita o compromesso, le parti di comune accordo definiscano chi paga cosa.

Spese ordinarie

In genere le spese condominiali ordinarie sono di competenza del venditore fino all’atto e dell’acquirente da quel momento in avanti.

Spese straordinarie

Le spese condominiali straordinarie, salvo diverso accordo, sono a carico del venditore se deliberate, dall’assemblea condominiale, prima del rogito e dell’acquirente se deliberate dopo il rogito. Vedi a questo proposito sentenza Corte di Cassazione n. 10235.

3. Come attestare il pagamento delle spese condominiali?

È interesse delle parti, dell’acquirente in particolare, accertarsi che il pagamento delle spese condominiali sia regolare e che non vi siano arretrati.

Il venditore presenterà al rogito una lettera dell’amministratore di condominio che attesta il pagamento delle competenze.

In genere un notaio, attento a tutelare le parti, chiede questa dichiarazione; in ogni caso è opportuno, inserire nel preliminare quest’adempimento.

L’amministratore è obbligato ai sensi dell’art. 1130 n. 9 del codice civile a fornire, al condomino, attestazione concernente lo stato dei pagamenti.

Potrebbero interessarti:

Come scrivere un compromesso

Eredità: come si dividono le quote?

Conosci il deposito prezzo?

Quale contratto di affitto scegliere.

Come recuperare una copia dell’atto smarrito.

No Comments

Leave a Reply